BEACH VOLLEY: ABBIATI – ANDREATTA CON KINGII ALLA FINALE DI BEACH VOLLEY 2016

I campioni italiani di Beach Volley Indoor Andrea Abbiati e Tiziano Andreatta partecipano alla finale del Campionato Italiano di Beach Volley di Catania dal 2 al 4 settembre, come testimonial di Kingii, la boa salvavita indossabile per gli amanti del mare e dello sport.

Esordio positivo contro Mazza-Zurini con una vittoria per 2-0 (21-13; 21-18) che li lancia direttamente al terzo turno vincenti.

Andrea Abbiati e Tiziano Andreatta sono i primi Water Safety Champions di Kingii e, grazie alla loro attività che associa lo sport all’estate e alle vacanze, concorreranno a sensibilizzare il pubblico e gli appassionati sull’importante tema della sicurezza in acqua. Le statistiche parlano chiaro e sono allarmanti: l’annegamento è la terza causa di morte accidentale nel mondo con 372.000 vittime l’anno di cui 400 solo in Italia (Fonti: World Health OrganisationIstituto Superiore della Sanità).
Anche se quest’anno il campionato ha visto numerose defezioni a causa della cessata erogazione di alcuni benefit destinati agli atleti da parte della Federazione, a Catania si preannuncia una finale di campionato strepitosa: non mancheranno infatti altri atleti di primo piano come la coppia Lupo – Nicolai, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016, e Ranghieri – Carambula.
A fianco della coppia Abbiati-Andretta, si schiererà una vera e propria squadra di professionisti e amici in grado di dar sostegno alla coppia di beachers in vista delle grandi finali di Catania. Abbiati-Andreatta ringraziano il dr. Luca Zago, preparatore atletico e mental coach. Luca Larosa della scuola Beach VolleyTraining per il materiale e il supporto tecnico forniti e lo staff del Gruppo Brianza Sport & Salute coordinato dal dottore Rudy Malberti in associazione con Brico Sport, A.Pessina Ortopedia, Moving Lissone-Monza. In ultimo, da sottolineare l’importante e grintosa presenza alla trasferta di Catania, del primo super sostenitore per eccellenza oltre che amico, Simone Cocuzza di Edilcasi.